Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

Francis V. Tiso

Stampa

Francis V. Tiso (New York, 19 settembre 1950) è un presbitero e scrittore statunitense.

 

Interessato al Dialogo Interreligioso, ha insegnato Buddismo Tibetano all'Università Pontificia Gregoriana: Istituto di Studi Interdisciplinari su Religioni e Culture a Roma. Ha tradotto molte biografie di Yogi e di Poeti Tibetani, Milarepa e ha studiato il fenomeno Rainbow Body[1] in Tibet. Ha diretto spedizioni di ricerca in Asia Meridionale, in Tibet ed in Estremo Oriente, i suoi interessi di insegnamento comprendono Teologia Cristiana, Storia delle Religioni, la Spiritualità, l'Ecumenismo e il Dialogo Interreligioso.[2][3]

Francis è nato a New York, dove ha ricevuto un A.B. (Laurea in Lettere) in Studi Medievali dalla Cornell University, un Master con Lode in Divinità presso la Harvard University e un Dottorato presso la Columbia University e la Union Theological Seminary (New York City)[4] dove la sua specializzazione era Studi Buddisti. Fu assegnato all'Arcidiocesi di San Francisco, dove ha servito come Vicario Parrocchiale della Chiesa di St. Thomas More e come Cappellano della San Francisco State University e della California Medical School. È stato anche Professore ospite presso la Scuola Arcidiocesana di Leadership Pastorale, dove ha insegnato corsi di Teologia di Base. Ha lavorato anche come Vicario Parrocchiale a Eureka in California, e nella Mill Valley sempre in California.[2][3]

 

Dialoghi Interreligiosi

 

Nel 1995 è stato invitato ad accompagnare il Cardinale Francis Arinze, allora capo del Consiglio Pontificio per il Dialogo Interreligioso, per un Dialogo con i Leader Buddisti in Taiwan. Ha viaggiato molto in India, Nepal, Tibet, Thailandia, Giappone, e il Bangladesh. È stato Direttore Associato del Segretariato per gli Affari Ecumenici e Interreligiosi della Conferenza Episcopale degli Stati Uniti dal 2004 al 2009, dove ha ricoperto il ruolo di collegamento per l'Islam, l'Induismo, il Buddismo, i Sikh, le Religioni Tradizionali e le Confessioni Riformate.[2][3]

 

Attività Pastorale in Italia

 

Dal 1987 (diaconato), è stato ordinato prete della Diocesi di Isernia-Venafro il 19 maggio 1988, in Italia, dove ha ricoperto fino al 2015 il ruolo di Parroco della Parrocchia di San Michele a Fornelli (IS) e adesso quello di Viceparroco presso la Chiesa di San Giuseppe Lavoratore ad Isernia. È stato Delegato Diocesano per gli Affari Ecumenici e Interreligiosi dal 1990 al 1998 e Rettore dell'Istituto Diocesano delle Scienze Religiose. È stato anche Cappellano dell'Eremo dei Santi Cosma e Damiano ad Isernia dal 1988 al 1998.[2][3]

 

Ricerca ed Insegnamento

 

Tiso ha insegnato Buddismo Tibetano alla Pontificia Università Gregoriana a Roma ed è stato Visiting Lecturer presso l'Università di Roma "La Sapienza", nel Dipartimento degli Studi Orientali. Nel 1984-85, è stato Assistente, presso la Columbia University di New York. Egli è il destinatario di sovvenzioni dalla American Academy of Religion, l'American Philosophical Society, il Fondo Palmers in Svizzera, e l'Istituto di Scienze Noetiche a Petaluma, in California. Dal 2005 al 2008 è stato Direttore della Rivista della Società di Studi Buddista-Cristiano. Francis Tiso è un musicista ed un pittore con acrilici e acquerelli.[2][3]

 

Libri[3]